Beppe Meloni                                                      home page Catalogo

 

Beppe Meloni (Oristano 1932) ha lavorato al Credito Italiano sino al 1994. Per oltre un ventennio ha svolto attività sindacale nel settore bancario. Giornalista pubblicista è stato corrispondente de "Il Quotidiano sardo di Cagliari e de "Il Tempo" di Roma. Redattore del mensile "La Provincia di Oristano, ha collaborato con "L'Unione Sarda" e "La Nuova Sardegna". Ha all'attivo diverse pubblicazioni sull' Arte e Cultura del territorio Arborense.

 www.facebook.com/beppe.meloni.3

beppe meloni

 

Per notizie storiche e racconti sulla "Piccola Città, quella Oristano che non c'è più" vai nella pagina speciale Beppe Meloni:

    >>>                  Storie e Racconti di Oristano                  <<<   

Beppe Meloni, una passione sempre viva per la scrittura, ha iniziato giovanissimo nei primi anni Cinquanta del Novecento l'attività giornalistica, come corrispondente da Oristano del giornale cattolico, "Il Quotidiano Sardo", fondato in città nel 1947 dall'arcivescovo Giuseppe Cogoni (Pirri 1885-Oristano 1947), e diretto da Mariano Pintus, deputato democristiano gallurese. Firmatario nel 1955 con l'on. Antonio Segni della prima proposta di legge per la istituzione della quarta provincia sarda con capoluogo Oristano. Il quotidiano ha avuto in città vita breve e molto travagliata, e alla scomparsa di Cogoni è stato trasferito a Cagliari dove ha cessato le pubblicazioni nel 1958. Nella stagione cagliaritana è stato diretto da mons. Giuseppe Lepori e Raniero La Valle, negli anni Ottanta senatore della Sinistra Indipendente. Meloni è stato altresì negli anni giovanili corrispondente da Oristano de “Il Tempo”di Roma diretto dal fondatore Renato Angiolillo. Nel 1956 lo troviamo per alcuni mesi a Cagliari all'ufficio stampa dell'Ente Autonomo del Flumendosa. Ma subito dopo viene assunto al Credito Italiano di Oristano dove opererà come impiegato per ben 38 anni sino al 1994. Nei primi anni Sessanta inizia una intensa attività sindacale nel settore credito-assicurazioni che lo assorbirà per oltre un ventennio, con incarichi di alta responsabilità a livello regionale e nazionale. Dopo aver fondato in città, nei primi anni sessanta, il sindacato bancari della FIDAC-CGIL è stato  a lungo segretario regionale e rappresentante dei bancari della Sardegna a Roma nel direttivo nazionale della FIDAC. Dal 1980 al 1984 svolge l'incarico di segretario della Camera del Lavoro di Oristano. Nel novembre del 1995, viene infine nominato,su designazione della Presidenza della Giunta Regionale della Sardegna, Commissario Straordinario dell'Ente Provinciale del Turismo di Oristano. In questa veste contribuisce, tra l'altro, all'istituzione della nuova sede dell'Ente, nella vecchia casa Sanna-Randaccio in piazza Eleonora, nel cuore del centro storico cittadino.

ATTIVITA' GIORNALISTICA

Conclusi a oltre sessant'anni, non senza soddisfazioni, il lavoro bancario e gli incarichi sindacali, Meloni, da pensionato, torna alla vecchia passione della scrittura e riprende in pieno l'attività giornalistica. Pubblicista di lungo corso (tessera dell'Ordine n.65195), prima come redattore del mensile “La Provincia di Oristano”,e subito dopo collaborando attivamente per diversi anni con “La Nuova Sardegna”di Sassari, con una rubrica settimanale, “Amarcod Novecento “ nella quale ricorda gli avvenimenti più più significativi della storia arborense del Novecento. Dopo alcuni anni passa al quotidiano di Cagliari “L'Unione Sarda”, anche qui con una collaborazione molto intensa e sempre con una rubrica settimanale fissa “Piccola Città”su fatti e personaggi della Oristano del passato. E'di questo periodo l'inizio di una collaborazione molto attiva ed intensa con il settimanale cattolico.

 

 

I libri di Beppe Meloni        ORDINE ONLINE per LIBRERIE  

 

 

 

Beppe Meloni

Gli Eroi di Pietra - Mont'e Prama

Mito e Misteri - Storia e Cronaca della scoperta archeologica del Sinis

Edizione Collana Classici EPDO

Illustrato a Colori - Con nastro segnalibro in seta

Pag. 90 - Formato 21 x 30 - 45,00

  SHOPPING ONLINE 

 

 

Libri EPDO - Andrea Vigilante

Gli Eroi di Pietra - Mont'e Prama

Le testimonianze della Civiltà Nuragica riscrivono la Storia del Mediterraneo

Edizione Economica

Illustrati B/N e Colori

Pag. 90 - Formato 14 x 21 - 20,00

  SHOPPING ONLINE 

 

 

Ancora una volta la buona penna di Beppe Meloni, decano dei giornalisti oristanesi e scrittore sempre attento e puntuale nella descrizione di avvenimenti e personaggi della terra d'Arborea, ci regala una testimonianza avvincente di grande respiro identitario: la storia millenaria dei Giganti di Mont'e Prama, venuti alla luce in questi ultimi tempi durante gli scavi sulle dolci terre del Sinis. Gli esperti stanno studiando a fondo il grande mistero che avvolge i Giganti di Pietra. E il loro prezioso contributo aiuterà a comprendere meglio il grande valore storico-archeologico di questo autentico tesoro che la Sardegna deve custodire e valorizzare.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

beppe meloni

I Magnifici 7

Arte e Cultura Arborense

Pag.75 - Form. 14,8 x 21 - € 15,00

 

  SHOPPING ONLINE 

 

 

Questa pubblicazione vuole essere un doveroso omaggio ai “magnifici sette”, importanti e qualificati esponenti dell’arte e della cultura del primo Novecento oristanese e del territorio arborense, i quali sono: Antioco Zucca, filosofo di Villaurbana; Raimondo Bonu, sacerdote e scrittore; Raimondo Carta Raspi, libraio, scrittore, editore e giornalista; Carlo Contini, pittore; Antonio Garau, commediografo; Ovidio Addis, archeologo; Peppetto Pau, poeta, scrittore e grande cantore del Sinis di Cabras.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

beppe meloni

Quelli del CANOPOLENO

Storia e Cronaca del Convito Nazionale Canopoleno di Sassari

Carlo Delfino Editore
 


 

"Beppe Meloni è un dipendente del Credito Italiano di Oristano, che qualche anno fa è andato in pensione. E non tanto per riempire il tempo vuoto, ma soprattutto per amore della giovinezza e dell'istituzione ha scritto una storia del Cinvitto. ...Ho avuto tra le mani le bozze del volume che sta per essere pubblicato da Carlo Delfino. Libro interessane e densamente documentato."
 
 
                 Manlio Brigaglia
 
La Nuova Sardegna del 25-10-1996
 
 
 
 
 
 
 
 

beppe meloni

ORISTANO

Memoria e Cronaca

Editrice S'Alvure

 
"Beppe Meloni ha dedicato un bel libro alla sua città, in cui c'è tutta la piccola-grande storia della sua città, Oristano. Ed è proprio la memoria di quel passato (di cosa c'è contenuto e di quali importanti valori sia ricco), riportato alla luce da Beppe Meloni che restituisce l'orgoglio d'appartenenza alla propria città e alla propria terra, che è lo strumento giusto per poter contare su un futuro di progresso e di benessere."
 
                    Paolo Fadda
L'Unione  Sarda  del  del  15-6-2001
 
 
 
 
 
 
 
 

beppe meloni

ORISTANO

Novecento e dintorni

Editrice S'Alvure

 
"Scivola via come un lungo racconto, un collage di istantanee sulla nostra storia "Oristano Novecento e dintorni". E' un affresco che s'adagia sullo sky line di questo incerto capoluogo permanentemente sospeso tra cultura agricola e sfida versa la modernità. A tratteggiare il cammino dentro un secolo, ancora una volta Beppe Meloni, "oristanese con la città nel cuore", come dice lui. In realtà Meloni è la memoria storica oristanese: fruga tra le pieghe del passato e cava personaggi sbiaditi dagli anni, episodi rimasti fissati nei racconti, spicchi di storia vissuta."
 
                  Mauro Spignesi
L'Unione  Sarda  del  del  6-4-2004
 
 
 
 
 
 
 
 

beppe meloni

ORISTANO

Piccola Città

Editrice S'Alvure

 
"Si apre con il respiro lieve ma intenso di un romanzo questa finestra sul passato, che ci restituisce l'anima non solo di una città ma di tutta un'epoca, offrendoci la misura di una passione rimasta inalterata nel tempo: quella di Beppe Meloni per la sua Oristano. ... Tra le sue pagine ritroviamo tutta la grandezza e l'apertura intellettuale di un pubblicista curioso e sensibile, il quale riordinando i fili di un passato soltanto prossimo che appare ormai remoto, riesce a ricostruire l'ordito colorato e vivace e a riscattare la nostra vita dall'incessante erosione del tempo."
 
Dalla presentazione di
Anna Maria Capraro