EPDO  Templum Artium atque Culturae - Ad Gentium servandam Memoriam
 
 
 
Conferimento dell'Attestato Culturale EPDO al pittore Mauro Ferreri
 
 
Rassegna stampa a cura di Gian Piero Pinna  

 

 

Inaugurata il 2 dicembre alle 18,30 la mostra antologica postuma di Mauro Ferreri “Arte, Fede e Sartiglia”, che resterà aperta sino al 4 febbraio prossimo nel Museo Diocesano Arborense in Piazza Duomo, 1 ad Oristano. Nel corso della cerimonia di inaugurazione della mostra, egregiamente orchestrata e diretta dalla direttrice del museo, Silvia Oppo, sono intervenuti e hanno presenziato numerosi esponenti dell’arte, della cultura, del giornalismo e dell’editoria. A conclusione dell’evento, c’è stato anche un piccolo intermezzo con la consegna postuma alla memoria di Mauro Ferreri, del prestigioso Attestato Culturale EPDO”. istituito dalla Casa Editrice EPDO di Roberto Cau, che viene riservato a personaggi che si siano distinti nell’ambito della cultura e dell’arte, appeso nella sala d’ingresso della mostra, mentre rullavano i tamburi della Sartiglia. La scelta del decimo destinatario del premio, è ricaduta su Mauro Ferreri, perchè era un artista che con le sue composizioni ha dato vitalità alle diverse espressioni che scandiscono la vita del mondo arborense.

Forse per nessun altro pittore oristanese, si può parlare di un legame così forte con la sua città. Grafico pubblicitario e pittore, Mauro Ferreri era nato ad Oristano nel 1957, scomparso nel 2013 all’età di 56 anni, era un artista autodidatta di taglio figurativo, che con le sue opere ha dato lustro alla sua città.

Nel 1990, Mauro Ferreri si era diplomato anche in Design per l’Artigianato e l’Industria, all’Istituto Europeo di Design di Cagliari, ma la sua produzione era quasi sempre incentrata sui personaggi della sua Oristano, che ritraeva e trasponeva nelle sue composizioni sacre e profane. L’evento, che ha avuto il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Oristano e della Fondazione Sa Sartiglia, è stato fortemente voluto da Giorgio Mocci, per dare un giusto riconoscimento alla memoria di Mauro Ferreri. Nella sua articolazione, la mostra ripercorre tutta la produzione artistica dell’artista, con una selezione di soggetti sacri, profani, nature morte, ma soprattutto scene della Sartiglia, forniti da privati e da enti pubblici e istituzioni religiose.

Nel corso dell’inaugurazione, è stato proiettato anche un documentario, girato e montato da Daniele Rossano nel 2000, dal titolo “Espressione gergale” e un video realizzato da Antonello Carboni, che ha per sottofondo le note del brano “Sartiglia” eseguito dal coro Maurizio Carta. In occasione dell’inaugurazione, ci sono state tante testimonianze sulla variegata personalità artistica e umana di Mauro Ferreri, a cominciare dai suoi amici più stretti Filippo Martinez, che da par suo ha raccontato gli aspetti più intimi dell’artista e  Roger Emmì, l’amico fraterno con la quale si era creato un legame molto stretto, mentre Andrea Sanna, ha voluto ricordare e parlare del Mauro Ferrei tamburino della Sartiglia. Infine, Roberto Cau, che ha voluto rendere omaggio al collega artista, assegnandogli un riconoscimento postumo, con la consegna del prestigioso Attestato Culturale EPDO”, istituito dalla sua casa editrice.

Tanti i consensi e i commenti per le numerose opere di Ferreri esposte nei vasti locali del Museo Diocesano Arborense, una in particolare ha colpito i visitatori: un grande quadro che rappresenta l’Ultima Cena, in cui sono riconoscibili numerosi oristanesi. Don Antonio Muscas, ci ha spiegato che quel quadro, insieme ad un altro che rappresenta San Giuseppe, era stato lui, a commissionarlo a  Mauro Ferreri, quando era parroco  della parrocchia di San Pietro Apostolo di Solanas. L’acquisizione delle due opere, alla chiesa di Solanas, che in quel periodo era stata appena restaurata, fu resa possibile, grazie alla generosità del mitico comandante Giovanni Camedda, che tanti riconoscimenti, medaglie e attestati, ha ricevuto durante la sua lunga carriera. Straordinari i coraggiosi salvataggi effettuati nel mare in tempesta e con grande sprezzo del pericolo. Tante le onorificenze ricevute, a cominciare dal Premio “Guida”, massima onorificenza internazionale di “Avanti tutta”, e il titolo di Commendatore della Repubblica Italiana e del Regno di Spagna, inoltre, ha ricevuto anche le medaglie d’oro delle Amministrazioni provinciali di Cagliari, Sassari e la targa al merito della Provincia di Oristano. La mostra sarà visitabile fino al 4 febbraio, il giovedì e il venerdì dalle 17 alle 20, mentre l‘apertura dell’esposizione, per il sabato e la domenica, sarà dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20.

 

Gian Piero Pinna

I Libri di Mauro Ferreri

 

 

GLI ATTESTATI CULTURALI EPDO

 

 

 

 
 
 Edizioni EPDO e Museo EPDO
 
    novità librarie EPDO        EPDO Autori       EPDO Cataloghi dei Libri       EPDO Titoli dei Libri       EPDO Ordini Librari
 
 
 
 
 
 
 EPDO   CULTURA   LIBRI   ARTE   GRAFICA   MUSEO   SOCIAL NETWORK  
 
 
     EPDO Libri     Notiziario Librario EPDO Oristano     EPDO Libreria Oristano     EPDO Microeditoria Sardegna     Attestato Culturale EPDO Oristano     EPDO Galleria d'Arte Oristano     EPDO Museum Online     Museo Scarabeo Sacro EPDO Oristano   
 
Roberto Cau Pittore su Facebook   EPDO Notiziario Librario su Facebook   EPDO Libri su Facebook   EPDO - Copy & Creativity - siamo su Facebook   EPDO Notiziario Librario su Facebook   Museo EPDO degli Scarabei Sacri - Oristano   Piccolo Museo EPDO Gallery - Oristano   Peppe Cau   EPDO Libri su Twitter   EPDO - Copy & Creativity - siamo su Facebook